Il Ministero dello Sviluppo Economico ha previsto listituzione di un regime di aiuto finalizzato alla nascita di nuove imprese in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia. Presentazione domande: a partire dalle ore 12:00 del 4 settembre 2013.
Argomenti novità
Segnala questa pagina

SMART e START

Tags/parole chiave: smart startagevolazionifinanziamentiministero economico

Agevolazioni SMART e START di Invitalia

agevolazioni smart e start di invitalia

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha previsto l’istituzione di un regime di aiuto finalizzato alla nascita di nuove imprese in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Presentazione domande: a partire dalle ore 12:00 del 4 settembre 2013.

I soggetti interessati dovranno essere in possesso, pena la non ammissibilità della candidatura, di una casella di Posta Elettronica Certificata (PEC) ad essi intestata, rilasciata da uno dei Gestori di PEC ai sensi dell'art. 14 del DPR 11 Febbraio 2005, n. 68 e pubblicato in G.U. del 28 Aprile2005, n.97.

Le domande di agevolazione possono essere presentate a partire dalle ore 12 del 4 settembre 2013 (valutazione a sportello fino ad esaurimento delle risorse disponili), esclusivamente in via telematica e devono essere firmate digitalmente dal legale rappresentante della società.

Non saranno prese in considerazione le domande presentate prima di tale data.

La procedura informatica di trasmissione delle domande sarà attivata sul sito smartstart.invitalia.it a partire dal 4 settembre, mentre la modulistica è già disponibile.

Le risorse finanziarie disponibili ammontano a:

a) euro 100.000.000,00 per gli interventi della lettera B;

b) euro 90.000.000,00 per gli interventi della lettera C.

Sono previste due modalità di intervento:

- aiuti in favore delle piccole imprese di nuova costituzione (lettera B);

- sostegno ai programmi di investimento effettuati da nuove imprese digitali e/o a contenutotecnologico in fase di prima applicazione (lettera C).

Per entrambi gli interventi i soggetti beneficiari sono le imprese, ivi incluse le start-up innovative:

- costituite da non più di sei mesi dalla data di presentazione della domanda di agevolazione;

- di piccola dimensione e con sede legale e operativa ubicata nei territori delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia;

- costituite in forma societaria, ivi incluse le società cooperative;

- in cui la compagine societaria sia composta, in maggioranza assoluta numerica e di partecipazione, da persone fisiche;

- in contabilità ordinaria.

Possono altresì richiedere le agevolazioni le persone fisiche che intendono costituire una nuovaimpresa, purché l’impresa sia formalmente costituita entro e non oltre 30 giorni dalla data in cui irichiedenti riceveranno la comunicazione di ammissione alle agevolazioni.

Aiuti in favore delle piccole imprese di nuova costituzione (lettera B) Concessione di un contributo in relazione ai costi sostenuti nei primi quattro anni a decorreredalla data di presentazione della domanda.

Importo contributo annuo massimo, erogato a titolo di rimborso dei costi effettivamente sostenuti, è pari a euro 50.000,00 per un ammontare totale di agevolazione pari a euro 200.000,00 nell’arco di quattro anni.

Per le start-up innovative che effettuino spese in ricerca e sviluppo che superino determinate soglie di valore, l’importo annuo massimo del contributo concedibile è elevato, a:

- euro 60.000,00 relativamente al primo anno;

- euro 70.000,00 relativamente al secondo anno;

- euro 80.000,00 relativamente al terzo anno;

- euro 90.000,00 relativamente al quarto anno.

Sostegno ai programmi di investimento effettuati da nuove imprese digitali e/o a contenuto tecnologico in fase di prima applicazione (lettera C)

Le agevolazioni concedibili si distinguono in:

- contributo in conto impianti per la realizzazione dei programmi di investimento;

- servizi di tutoring tecnico-gestionale a sostegno della fase di avvio dell’impresa.

Il contributo in conto impianti non può superare il limite “de minimis” di euro 200.000,00 ovvero di euro 100.000,00 nel caso di imprese attive nel settore del trasporto su strada.

Le agevolazioni sono concesse nella misura del 65% delle spese ammissibili. Nel caso di società beneficiarie la cui compagine sia interamente costituita da giovani di età non superiore ai 35 annio da donne, il contributo è pari al 75% delle spese ammissibili.

I servizi di tutoring erogati direttamente dal Soggetto gestore alle imprese beneficiarie, saranno pari ad un massimo di euro 5.000,00. Siamo a disposizione per qualsiasi chiarimento e/o integrazione.Alberto Casarano Dr. Commercialista Taviano

Data pubblicazione: 04/09/2013 (13:39)
Ultimo aggiornamento: 04/09/2013 (13:42)


Condividi questo documento su Facebook...

 

I commenti a questo post

Lascia un commento o leggi quelli scritti dagli altri .

Bandi e opportunità
Il menu del Post:
I più letti! novità
ContattaciPreferitiHome page RSS
CNA Sede zonale Casarano Chi lavora con noi cresce.
Sede provvisoria: Viale Francesco Ferrari, 58 - 73042 Casarano Lecce
Si riceve per appuntamento Tel. +39 0833.513806 -
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Powered by Japigia.com 2009/2010